Videosorveglianza senza autorizzazione: reato per violazione riservatezza

La Corte di Cassazione, Sezione Penale, con sentenza 26 ottobre 2016, n. 45198, ha stabilito che è tuttora reato predisporre, senza la necessaria procedura preventiva, apparecchiature idonee a controllare a distanza l’attività dei lavoratori, anche se le stesse non vengono effettivamente utilizzate. Si tratta, infatti, di un reato di pericolo, essendo diretto a salvaguardare le possibili lesioni della riservatezza dei lavoratori.

Niente bonus assunzioni se accertata violazione delle norme sulla sicurezza

La sentenza si riferisce ancora al “vecchio” bonus per l’incremento occupazionale previsto dalla Legge 388/200 Art. 7, ma certamente costituisce un principio che va sempre più delineandosi: la mancata corretta gestione della sicurezza sul lavoro comporta sanzioni dirette, ma fa venir meno molti benefici o tipologie contrattuali.

In arrivo nuovi virus informatici

In arrivo nuovi ransomware.
Parzialmente tratto da Bitmap del 29/7/2016

Pagine

Abbonamento a GHIRO srl RSS